Lavoro e Formazione

Dimissioni volontarie in aumento nel 2021: la soluzione della start up innovativa HRCOFFEE

Ci sono fenomeni socio economici che spesso passano sotto silenzio e che invece meritano di essere portati alla luce, in quanto gravi, in quanto c’è la necessità di trovare una soluzione al più presto. Tra questi fenomeni, troviamo anche una delle conseguenze più o meno dirette della pandemia. Stiamo parlando del fenomeno delle dimissioni volontarie, che nel 2021 ha visto infatti una vera e propria impennata. Stando ai dati del Ministero Del Lavoro, sembra infatti che solo in Italia siano state oltre 500.000 le dimissioni volontarie nel corso del secondo trimestre del 2021, con un incremento rispetto all’anno precedente niente meno che dell’85%. 

La pandemia sembra abbia aperto gli occhi a moltissime persone, sia uomini che donne, sul valore della famiglia e del tempo trascorso insieme. Proprio questo potrebbe essere uno dei motivi che ha spinto così tante persone a scegliere questa strada. Tra gli altri motivi però troviamo anche condizioni lavorative pesanti, specie per quanto riguarda l’ammontare delle ore. Le aziende non possono ovviamente permettersi di perdere altri dipendenti. Devono trovare il modo di investire nelle risorse che hanno a disposizione. Secondo la start up innovativa HRCOFFEE è possibile investire nelle risorse lavorando sul loro coinvolgimento all'interno della realtà aziendale e stimolando quanto più possibile l’interazione tra i collaboratori. 

 

HRCOFFEE, di cosa si occupa 

HRCOFFEE è una startup con sede a Molfetta, specializzata in consulenza strategica in ambito Risorse Umane per imprese di ogni possibile settore e dimensione. Questa startup è riuscita a sviluppare un modello di gestione del personale che si basa su una piattaforma social con intelligenza artificiale. La piattaforma, tramite l’interazione tra i collaboratori, permette di generare informazioni utili al comparto risorse umane e report.  Queste informazioni e questi report possono essere utilizzati per far sì che sia possibile mantenere una qualità organizzativa del lavoro elevatissima, in modo che le esigenze dei dipendenti siano rispettate, in modo che vi sia un’ottimizzazione del tempo eccellente. Si tratta di un modello di gestione del personale che quindi mette al centro le persone che l’azienda la vivono quotidianamente, che sceglie di far scendere in gioco quella che viene definita intelligenza emotiva. 

Questa realtà innovativa è stata fondata da Davide De Palma e Maria Cesaria Giordano, laureati in Psicologia del Lavoro e Organizzazioni. Nel corso degli anni ha ricevuto molti riconoscimenti. Nel 2018 è stata finalista infatti alla World Open Innovation Conference promossa dall'Università di Berkley. È inoltre certificata Family Audit. 

 

L’intelligenza emotiva secondo HRCOFFEE

I manager di oggi devono necessariamente saper far scendere in campo l’intelligenza emotiva, da considerarsi come una soft skills senza la quale la gestione delle persone non è possibile. L’intelligenza emotiva su cosa può incidere positivamente? Ecco di seguito un elenco, che permette di comprendere perché è un elemento fondamentale per una valida strategia in ambito risorse umane: 

  1. La pandemia ha comportato un vero e proprio accumulo di stress e di tensione. Il dipendente che sul lavoro trova ulteriore stress, tende a lasciare l’azienda. Se invece il dipendente trova un ambiente dove il suo benessere psicofisico è preservato è più semplice che rimanga. L’intelligenza emotiva permette proprio di ottenere questo, in quanto accresce l’empatia e favorisce comportamenti gentili e incentrati sulla comprensione. 

  2. L’intelligenza emotiva permette di aumentare la consapevolezza di sé e delle proprie competenze e aiuta ad autoregolarsi. Come è semplice capire, si ha in questo modo la possibilità di lavorare meglio in team e di migliorare le proprie perfomance. 

  3. Grazie all’intelligenza emotiva è possibile incrementare la motivazione, supportando le nuove idee, aiutando ogni persona a crescere sul lavoro ma anche dal punto di vista personale. Se la motivazione viene incrementata, è possibile lavorare meglio e ottenere migliori performance.

A cura della redazione di Ma che Talento.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi