Le dritte per far andare al meglio la vostra nuova gelateria

Se si decide di gettarsi nell’imprenditoria, e si ha il desiderio di sposare un forte contatto con la gente, un lavoro manuale di grande soddisfazione, e interessanti prospettive di guadagno, ci sono poche attività ideali quanto aprire una gelateria . Non si pensi però che sia un’impresa semplice e senza rischi di errore; anzi, è consigliabile, proprio per risparmiarsi passi falsi apparentemente banali ma potenzialmente pericolosi per il proprio successo, ascoltare con attenzione qualche consiglio degli esperti.

Facciamo, per iniziare, un esempio fra i più semplici, ma in realtà estremamente rappresentativo della realtà. Il retro del bancone, e la sua progettazione, sono elementi la cui rilevanza per l’andamento scorrevole del locale è essenziale. Ciò nonostante, forse perché poco vistosi, molto spesso vengono sottovalutati dai principianti, che più frequentemente si dedicano solo ad ambiti evidenti come la presentazione dei prodotti. Un retro ben organizzato e rifornito è invece un aiuto straordinario nella gestione quotidiana, nel momento in cui la presenza di clienti lascia poco tempo e spazio per qualsiasi altra attività.

E se – per fare un altro esempio – volessimo proporre, a fianco del gelato, un prodotto che spesso gli si accoppia dato che richiede gli stessi ingredienti, ossia il sempre popolare frullato? Certo, ci occorrerà un frullatore; ma anche una serie di strumenti aggiuntivi per servirlo, come bicchieri e cannucce, e quindi spazio per riporli ordinatamente e avervi comodo accesso, nonchè, se possibile, un lavandino sistemato vicino alla stazione di produzione del frullato; piccolezze, se affrontate all’inizio, che possono diventare complicazioni anche solo un mese dopo l’apertura.

Ma non tutti i consigli sono così “materiali”; un aspetto che spesso si sottovaluta è la comunicazione, e il mettere a proprio agio il cliente. Con la coda che si forma alle proprie spalle, e la sensazione di far perdere tempo al commesso, anche soltanto dover chiedere un’informazione su prezzi, gusti o pezzature può generare un imbarazzo che, per quanto piccolo, può bastare a far passare al cliente la voglia di servirsi da noi – e questo non lo vogliamo! Dunque, cartelli chiari, offerta ben esposta – e naturalmente, ottimo gelato: e il successo è quasi raggiunto.